La storia dei Belli Dentro

I Belli Dentro nascono nel giugno 2010 come espressione estiva del settore giovanile della Lazio Rugby e partecipano ad alcuni tornei di Seven, la versione olimpica del rugby. Nell’estate del 2011 esordiscono nel Campionato Italiano di Beach Rugby, anche con discreti risultati, ma il progetto si ferma per l’anno successivo.

La squadra rinasce nel 2013 con nuova linfa e un nuovo obbiettivo: qualificarsi alle finali nazionali di beach in programma ad Alba Adriatica. L’impresa riesce e dal quel momento i Belli Dentro si impongono come realtà consolidata nel panorama italiano del beach rugby. Nel 2016 arriva la prima, storica semifinale scudetto (la stagione si concluderà con un quarto posto finale) e nei due anni successivi i Belli Dentro giocano la finalissima.

Oggi la squadra è composta da giocatori provenienti da tutte le realtà rugbistiche del territorio romano. Molti dei ragazzi hanno esperienza nelle categorie professionistiche e nelle diverse rappresentative Nazionali – compresa quella di beach rugby che a luglio 2017 si è laureata campionessa d’Europa e che nel 2018 si è piazzata terza.

Il nostro progetto è molto ambizioso. Puntiamo a restare un punto di riferimento per tutto l’ambiente italiano del beach, con il sogno di affacciarci nel breve periodo sul panorama internazionale. Lo scorso anno abbiamo portato i Belli De Notte, squadra Cadetta lanciata nella stagione precedente, a giocare, anche lei, al Master Finale.

Belli Dentro E Belli De Notte Insieme

Manifesto: incapaci di stare al mondo

Siamo incapaci di stare al mondo. Non sappiamo stare senza beach, non sappiamo stare senza Belli Dentro.

Lavoriamo tutto l’anno per l’attività dei due mesi estivi. Quando arriva l’estate svestiamo i panni di ciò che facciamo durante l’inverno e indossiamo la maglia Verdona. Con quella maglia addosso siamo noi stessi. Quello che facciamo in spiaggia è espressione della nostra follia, è libertà. In campo, mentre siamo tra di noi, dopo la tappa, in serata, siamo noi stessi. Ogni volta che ci ritroviamo con la maglia Verdona addosso scatta la magia. Ci ritroviamo catapultati in situazioni che non puoi capire e non puoi nemmeno spiegare se non le vivi in prima persona.

Nel 2010 i Belli Dentro sono nati come un sogno, un’utopia. Tre anni dopo abbiamo ripreso questo sogno e lo abbiamo portato fino in fondo, così come l’anno dopo e quelli dopo ancora, fino alla finale scudetto del luglio scorso. Ogni volta è come la prima volta. Ogni settimana che precede il beach è come la settimana prima di Ostia 2013, quando qualcuno ebbe un’idea folle. Ao, e se rifacessimo i Belli Dentro?

Di tempo ne è passato, sono cambiate tante cose, tra cui parecchi interpreti, ma le farfalle nello stomaco non ce le toglie nessuno. Ogni anno la stessa storia: come ho fatto fino a oggi senza il beach?