Dove Eravamo Rimasti?

Dove eravamo rimasti?

Quasi un anno dopo, eccoci qua.

Quasi un anno senza beach rugby. Quasi un anno dopo Nettuno, Terracina, Firenze, Ostia, Castelvolturno, di nuovo Terracina, Fregene, Alba Adriatica, eccoci qua. Proprio ad Alba Adriatica ci eravamo lasciati, con i Belli Dentro secondi in Italia per la seconda volta e i Denotte ottavi al loro primo master. In doposbronza, multati, squalificati, ripudiati, a chiederci quanto mancasse al beach.

Nel frattempo abbiamo giocato i nostri campionati invernali. Chi si è fatto la sua onesta stagione di mezza classifica, chi si è salvato in modo rocambolesco ai playout, chi ai playout è retrocesso e manco senza rimpianti, chi si sta giocando la promozione, chi ha firmato mega contratti con altre squadre sempre con le maglie verdi, chi si è fatto gli affaracci suoi, chi addirittura aspetta dei figli. Sempre con un pensiero al beach rugby.

Alla fine siamo arrivati alla vigilia dell’estate 2019, che tanto estate non sembra visto che piove un giorno sì e l’altro pure. Alla fine è sempre allo stesso modo. Manca quello, quell’altro non può, quelli giocano, quegli altri hanno il seven, io non c’ho i pantaloncini, a me manca il passaggio. Motivo per il quale domani a Ostia schiereremo solo la magica franchigia dei Denotte. Alla fine, eccoci qua, alla vigilia del primo Beach targato FIR. Chissà come andrà a finire.

Quasi un anno dopo, eccoci qua. Domani si ricomincia a Ostia, lì dove nel 2013, senza mestiere e senza maglie, rilanciammo un progetto che sembrava essere stato solo una parentesi di un paio di anni prima. Lì dove l’anno scorso, senza senso apparente, i DeNotte vinsero la prima (e unica, finora) tappa della loro storia. Quanto ce piace a noi fare i corsi e ricorsi storici.

Bene. Bando alle ciance. Il riassunto degli episodi precedenti, a modo nostro, ve lo abbiamo fatto. Adesso sotto a scrivere le nuove puntate. Chissà come andrà a finire. Come disse Warren Gathland, lo scopriremo solo vivendo.

Ladies and gentleman, che abbia inizio il beach rugby 2019.