Comunicato Bello Dentro: Fregene 2017

Comunicato Bello Dentro: Fregene 2017

Partiamo dalla fine perché così ci leviamo sto dente. Ci siamo ubriacati, abbiamo fatto una serata improvvisata sulla sabbia coi balli di gruppo, ci stavamo per scordare il librone coi documenti sulla spiaggia, uno è partito per l’argentario senza patente, uno è stato cacciato da una gelateria di Fregene, uno ha fatto batman con l’asciugamano. Sia chiaro, qualcosa è andato anche male, eh. Abbiamo perso la finale contro i Crazy Crabs dopo un torneo magistrale.

Girone semplice, battiamo agevolmente Fort Appall e Prussiani, segnando 21 mete in due partite. Fino a prima di Fregene erano 30 totali in due tappe, per dire. In semifinale becchiamo i Crazy Rats, squadra cadetta, si fa per dire, dei Crabs, condita da elementi di primissimo piano del ragby romano e internazionale. Tanto a noi che ce frega del ragby, vinciamo 4 a 1 e voliamo in finale. Senza cartellini. Ma che succede.

In finale becchiamo i Crabs, quelli “veri”, un po’ rimaneggiati per carità, ma sempre loro sono. Impeccabili fino a quel momento, soprattutto in difesa, sbagliamo qualcosa di troppo e ci facciamo scippare la finale. Testa alta, gran torneo! E, comunque, so’ punti.

I Belli Dentro a Fregene: Mastrangelo, Lo Sasso, Lamaro, Belcastro L., Mantegazza, Vella Jr, Nardone, Tatto, Frigo, Martelli, Gualdambrini, Alessi.

All.: Cecè, Bolzoni, Maregotto, Ada (‘mazza quanta gente).

Ma non è finita qua! Eh no. Siamo andati con due squadre! Esordio più o meno trionfale dei Belli DeNotte, squadra cadetta capitanata da Yes Bubi che bene ha figurato nella sua prima uscita di sempre. A parte che abbiamo ritirato fuori le maglie Canterbury, nostalgia totale.

Girone difficile per i DeNotte, con i Crazy Rats e gli Iron Hill. Perdiamo entrambe le partite ma si intravedono sprazzi di grande beach. Infatti in semifinale battiamo il Mare&Monte e chiudiamo in bellezza la giornata vincendo la finalina per il nono posto contro gli Stracci Bagnati. Mica male sti Belli DeNotte.

Il bilancio della giornata dice che abbiamo portato 24 ragazzi a giocare, non abbiamo fatto a botte e abbiamo riportato Torda su una spiaggia durante una tappa di beach e non per fare surf. Ao Torda! Poi a Fregene, dove facemmo la prima tappa di sempre, era la situazione giusta per fare i megalomani e iscrivere due squadre. Siamo ancora in fibrillazione (e in doposbronza).

I Belli DeNotte a Fregene: Alegiani, Castellini, Canali, Trova, Bubi Manoz, Belcastro J., Boccacci, Nazi, Moccia, Valente, Ciampani, Molinari.

All.: Cecè, Bolzoni, Maregotto, Ada (sempre gli stessi).