Comunicato Bello Dentro: Fregene 2019

Comunicato Bello Dentro: Fregene 2019

Fregene ci è sempre piaciuta così tanto che anche quest’anno, per festeggiare il decennale della tappa, ci siamo presentati in buona compagnia: assieme ai Belli Dentro e ai Denotte abbiamo rispolverato una creatura mistica chiamata BDZ.

Una tappa importante prevede una settimana di avvicinamento altrettanto importante, dunque noi abbiamo deciso di non farci trovare alla sprovvista. Infatti giovedì sera avevamo 36 giocatori disponibili, tre squadre complete: siamo ovviamente andati a dormire tranquilli e sereni. E infatti nella giornata di venerdì abbiamo perso 4 giocatori, ne abbiamo trovati 5 e poi persi due. Morale della favola: sabato mattina in spiaggia siamo uno in meno.

Nove squadre al via, quindi tre gironi da tre. Per la prima volta da un anno a questa parte (era Terracina l’anno scorso) non abbiamo due squadre nello stesso girone. Tre squadre in tre diversi gironi sono complicate da raccontare, quindi seguiamo un rigoroso ordine cronologico.

I primi a scendere in campo sono i BDZ che nulla possono contro i forti Rockets (perdiamo 6 a 2). Poi tocca ai Denotte che affrontano gli Iron Hill, vinciamo in scioltezza 7 a 3. Poi i BD, contro i Razzi (cadetta dei Rockets): 5 a 1.

Tocca di nuovo si BDZ che beccano le Sabbie, che da qualche settimana a questa parte giocano un gran bel beach. Vincono i gialloni 6 a 2. I BDN affrontano i Crazy Crabs, al gran completo e ingiocabili, è 6 a 2 per i Granchi. I Belli Dentro chiudono poi il girone con i Rats, cadetta dei Crabs, vincendo 8 a 2 e mettendo in cassaforte il primo posto nel girone.

Ricapitoliamo per i più distratti: Belli Dentro primi, accendono al girone con le altre due prime (Crabs e Rockets). Denotte secondi, nel girone con Rats e Sabbie. BDZ terzi, se la devono vedere con Razzi e Iron Hill.

A sto punto è bene abbandonare l’ordine cronologico per narrare le sorti dei nostri eroi.

I BDZ battono gli Iron Hill sul filo del rasoio, con tanto di polemica finale. Sti ragazzi hanno già capito tutto. Poi però, ridotti in 9 e pure abbastanza stanchi perdono con i Razzi: ottavo posto finale.

I Denotte sono la rivelazione della tappa, giocano in modo concreto e spumeggiante. Nel girone per i piazzamenti dal quarto al sesto non c’è storia, sia contro i Rats che contro le Sabbie. Quarto gradino del podio (sempre che esista) e un altro mattoncino importante sulla strada verso il master.

I Belli Dentro hanno ovviamente il girone più difficile di tutti, ma, cari amici, se avete voluto la bicicletta mo’ ve tocca pedala’. Prima partita contro i Rockets che avevano perso poco prima contro i Crabs. Prima della partita mega ronda con tutti i giocatori, amici, tifosi e wags. Andiamo sotto e poi pareggiamo, la vinciamo alla golden meta 3 a 2! Poi i Crazy Crabs, in quella che è in tutto e per tutto la finale della tappa. I Granchietti, pronti per l’avventura europea delle prossime settimane, giocano un gran bene e sono soprattutto più cinici di noi sulle palle recuperate. C’è poco da fare, la portano a casa per 4-2.

Chiudiamo al secondo posto una giornata che è stata, prima di tutto, una festa del Verdonismo. La scorsa settimana avevamo detto che luglio sarebbe stato un mese impegnativo. A quanto pare abbiamo cominciato abbastanza bene. Finora.

I BDZ a Fregene: D’Angeli, Grillo, Dentale, Molinari, Ciampani, Triolo, Zorobio, Leonetti, Giordy il Grande, Gabriele, Max Merone.
All.: Manstrangelo

I Belli Denotte a Fregene: Santoro, Ascantini, Sanlo, Campanelli, Di Giacomo jr, Belcastro sr, Moccia jr, Prof. Mazza, Moccia sr, Valente, Moriconi, Frigo.
All.: Gas

I Belli Dentro a Fregene: Albanese, Alegiani, Crivellone, Mantegazza, Belcastro jr, Tatto, Bolzoni, Bilotti, Masetti Lo Sasso, Zandri, Alessi
All.: Cecè