Comunicato Bello Dentro: Terracina 2019

Comunicato Bello Dentro: Terracina 2019

L’ultima tappa della regular season ci ha portati nella ridente Terracina, dove non ci sono stati motivi di polemica. La sabbia bruciava ma manco troppo, cornice di paesaggio splendida, acqua limpida, terzo tempo composto da primo, secondo, contorno, cocomero e dolce, succhi di frutta e budini al cioccolato gratis durante la tappa e, dulcis in fundo, camioncino Aperol che faceva gli spritz gratis. Poi, va beh, i Belli Dentro sono arrivati primi e i Denotte terzi, ma volevamo, per quelli che ancora non lo sapevano, creare un po’ di pathos.

Il girone dei Denotte era così composto: Rockets, Pirati di Nisida, Crazy Buffalo – che, attenzione, non hanno nulla a che fare con la famiglia Crazy frascatana! Debutto contro i Pirati, vinciamo con un travolgente 7 a 3. Nel match successivo, quello contro i Razzetti, fatichiamo con un avversario più organizzato e dobbiamo arrenderci 4 a 1. Chiudiamo la fase a gruppi battendo comodamente i Crazy Buffalo (7-2) e ci qualifichiamo alle semifinali come seconda del nostro girone. Già così va bene.

Dall’altra parte i Belli Dentro esordiscono una giovanissima formazione delle Fiamme Oro, vincendo 8 a 0. Poi i Crazy Rats, in quella che credevamo essere la partita più tosta del girone, ci imponiamo 7 a 2. Chiudiamo contro le Sabbie Mobili, che avevano perso contro i Rats e che ci mettono in difficoltà, ce la caviamo comunque 3 a 1. Siamo primi.

Nel frattempo scopriamo l’esistenza del già citato camioncino Aperol che regalava gli spritz. Ah, mannaggia.

Il classico incrocio prima-seconda vede Belli Dentro e Belli Denotte in semifinale l’una contro l’altra. I Denotte partono a cannone e segnano subito due mete. Qualcuno, compreso qualcuno di noi, pensa che ce la siamo biscottata. Poi i Belli Dentro salgono in cattedra, con quattro mete nel primo tempo e cinque nel secondo: 9 a 2 finale.

Il match per il terzo gradino del podio vede di fronte i Denotte e i Crazy Rats. Primo quarto di partita abbastanza equilibrato, poi i nostri eroi portano la partita dalla loro, mettendo a segno quattro mete a fronte dell’unica segnatura dei Crazy. Siamo terzi, e stavolta c’è anche la coppetta!

A seguire i Belli Dentro affrontano i Rockets nella finalissima. Prima della partita ci siamo ritrovati su quel muretto di Terracina. Si, proprio quello. Quello della semifinale contro Padova di due anni fa, quello in cui siamo radunati tutti dopo il quinto posto della tappa dello scorso anno per dirci di darci una svegliata. L’effetto muretto si fa sentire. Scendiamo bene in campo, facciamo subito uno a zero prima di subire il pareggio dei Razzi. Poi iniziamo a giocare solo noi, prendiamo anche un giallo senza subire punti in inferiorità numerica. Alla fine lo score dice 7 a 2 per noi. Dopo Castelvolturno avevamo detto che luglio sarebbe stato un mese impegnativo. A quanto pare ce la stiamo cavando abbastanza bene. Finora.

Dopo la tappa ci siamo fatti il bagno. Nello stupore generale, il già citato camioncino Aperol da camioncino è diventato anfibio ed è entrato in acqua, per poi sparire dietro il promontorio che ospita il tempio di Anxur, che in realtà non è altro che la casa di Jason.

I Belli Denotte a Terracina: D’Annunzio, Molinari, Sanlo, Mazza, Tomasini, Callori, Giordy il Grande, Trova, Masetti, Valente, Ciampani, Moriconi
All.: Belcastro Sr

I Belli Dentro a Terracina: Alegiani, Baffo, Coronel, Di Giacomo, Mantegazza, Bilotti, Belcastro Jr, Tatto, Lo Sasso, Frigo, Zandri, Alessi.
All.: Cecè