Comunicato Bello Dentro: Vigna Di Valle 2019

Comunicato Bello Dentro: Vigna di Valle 2019

Di tappe non-al-mare nella nostra storia ne abbiamo fatte. L’anno scorso è toccato a Firenze, ricorderete com’era andata a finire: meno male che abbiamo fatto serata. Prima ancora di Firenze, nell’estate 2014, a caccia disperata di punti, ci vedemmo costretti ad andare a giocare a Marsciano, in Umbria, dove il mare non l’hanno mai visto manco in foto. Ci fu qualcuno che si presentò in costume, convinto di trovare un fiume, o quantomeno una piscina gonfiabile, ma invece c’era un campo da calcio con (poca) sabbia stesa sopra. I più vecchi ricorderanno. O forse a causa del trauma hanno rimosso. Ieri invece siamo andati a Vigna di Valle, in riva al Lago di Bracciano. Cioè non eravamo proprio in riva, perché al Lago di Bracciano gli stabilimenti sono degli splendidi club pieni di verde e ombra e cose, e per accedere al lago bisogna attraversare la strada e accedere alla spiaggia. A sorpresa è stata una tappa fichissima.

Ci presentiamo con entrambe le formazioni sperimentali per tutta una serie di cause tra cui il Controparty della sera prima, motivo per il quale gli urchini hanno ricevuto la dispensa papale a non giocare. I giornalisti presenti in tribuna stampa direbbero che abbiamo fatto turnover. Ancora una volta entrambe le squadre vengono inserite nello stesso girone, insieme a Crazy Rats e Mare&Monte, padroni di casa.

Belli Dentro che aprono le danze contro Mare&Monte: subito un convincente 8 a 2. I Denotte debuttano contro i Crazy Rats, giocando molto bene e mangiandosi una quantità paranormale di mete: vincono i frascatani 9 a 5. Poi il derby, una festa Verdona, finisce 8 a 1 per i Belli Dentro. Successivamente i Denotte si giocano l’accesso alla finale per il quinto posto, contro Mare&Monte arriva il primo successo di giornata con un largo e comodo 8 a 2. I Belli Dentro invece si giocano il primo posto nel girone contro i Rats. Giochiamo molto bene a beach, forse giochiamo fin troppo a beach, tant’è che dobbiamo arrenderci alla sudden death per 6 a 5. Ci sono stati (ovviamente) episodi dubbi: inutile dire che abbiamo fatto molta polemica.

Tempo di semifinali, becchiamo i Rockets, primissimi nel loro girone. Il primo tempo finisce zero a zero. Si esatto, zero a zero dopo cinque minuti a beach. Succede tutto nel secondo tempo, i razzetti si impongono 3 a 2 praticamente sul fischio finale, anche stavolta non senza polemiche (ma siamo noi oh, cosa vi aspettavate?), andiamo a giocarci il gradino più basso del podio.

Nel frattempo c’è la finale per il plate dei Denotte. Come a Nettuno si decide tutto contro i Forastici. La formazione del litorale laziale è battagliera e più organizzata di noi: è 4 a 2 per loro. Una giornata con i suoi lati positivi, con tanti esordi e ritorni di fiamma incredibili.

A seguire i Belli Dentro, per il terzo posto, contro le Sabbie, che giocano il miglior beach della tappa. Passiamo in svantaggio ma poi la ribaltiamo subito, vincendo 4 a 1. Mega ronda collettiva a chiusura della giornata, con attimi di felicità, rammarico, commozione. Ritrovarsi tutti, comunque vada, nella cosa più bella che c’è.

Poi Ponte Milvio per festeggiare Mollie senior, con tanto di torta ad hoc per l’occasione. Ci hanno detto che siamo riusciti a strumentalizzare anche il compleanno di Marta. Può essere, certo, ma, come diceva quello, Es el marketing. Dopodiché tavolo al Nice. Giornata impegnativa. Settimana impegnativa in realtà. Siamo ancora confusi.

I Belli Denotte a Vigna di Valle: Sanlo, D’Annunzio, Sampalmieri, Campanelli, Tomasini, Callori, Giordy il Grande, Moriconi, Triolo, Molinari, Ciampani, Cecè.
All.: Frigo

I Belli Dentro a Vigna di Valle: Bosco, Albanese, Baffigi, Trova, Belcastro Sr, Bilotti, Di Giacomo Jr, Tatto, Alessi, Prof. Mazza, Moccia Jr, Moccia Sr.
All.: Cecè, Bolzoni